logo4

Translate

itzh-CNenfrdejakoptrues

Generici

Come Resize MKV Files

Se hai dei filmati in formato MKV, specialmente se si tratta di file in formato HD MKV, sicuramente occuperanno parecchio spazio su disco del tuo computer. Ecco perchè spesso si cerca di ridimensionare i files MKV per renderli meno pesanti. Per fare questo lavoro serve un potente e prodessionale MKV resizer come Wondershare Filmora Video Editor (Filmora Video Editor per Mac). Con questo software potrai ridurre il peso dei tuoi files MKV mantenendo alta e accettabile la qualità del video.

Con questo programma avrai 2 modi per ridurre il peso di un file MKV. Il primo consiste nel ridorre parametri come risoluzione, frame rate, bit rate. Il secondo modo invece è quello di convertire il filmato MKV in un formato più compresso come ad esempio quello FLV.

Scarica innanzitutto questo MKV Resizer sul tuo computer Windows o Mac:.

Download Win Version Download Mac Version

1 Importa video MKV da ridurre

Per importare i tuoi video clicca in alto a sinistra su "Importa" oppure trascina i files direttamente nella schermata principale del programma:

MKV joiner

2 Seleziona formato di uscita

Trascina i files MKV in basso nella sezione timeline dove potrai effettuare le modifiche desiderate. Se non vuoi effettuare alcuna operazione di video editing clicca su "Crea" e poi dalla sezione "Formato" scegli un formato compresso come ad esempio quello FLV.

Nota: (Opzionale) Un altro modo per ridurre il peso del video è quello di tagliare eventuali parti indesiderate del filmato, e tale operazione è molto semplice da farsi con Wondershare Filmora (originally Wondershare Video Editor).

resize MKV video

3Ridimensiona MKV

Nella finestra di "Output" oltre a selezionare il formato di conversione potrai modificare i parametri del video come risoluzione, frame rate e bit rate (impostandoli su valori inferiori). Alla fine, per salvare il video clicca sul pulsante in basso a destra "Crea".

Resize MKV file

Wondershare Editor  Posted by  


 

Add a comment

Mettere il pulsante Mostra Desktop su Windows 8 come quello di Windows 7

Rispetto alle precedenti versioni, Windows 8 differisce principalmente per l’aggiunta della schermata Start che è anche touch se si dispone di un PC con schermo touchscreen, per l’assenza del tasto Start e per l’apparente assenza del tasto Mostra Desktop(ovvero c’è, è sempre nella stessa posizione a destra dell’orologio, ma è invisibile).

Se in questo articolo abbiamo visto come rimettere il menu Start nella barra delle applicazioni di Windows 8, a seguire andremo invece a vedere come rimettere il pulsante Mostra Desktop su Windows 8 tale e quale a quello di Windows 7, ovvero posizionato in basso a destra nella barra delle applicazioni accanto all’orologio del computer e con i bordi in rilievo che lo delimitano.

Ricordo che in alternativa al tasto mostra Desktop è possibile cliccare la barra delle applicazioni di Windows con il tasto destro del mouse e nel menu contestuale fare clic sulla voce Mostra Desktop (come nell’esempio sotto in figura):

Voce Mostra Desktop nel menu della barra delle applicazioni di Windows 8

Se si desidera riavere il tasto Mostra Desktop come quello di Windows 7 lo si può riavere servendosi della piccola applicazione gratuita Show Desktop, che appunto una volta avviata (non richiede installazione) lo visualizzerà nella barra delle applicazioni di Windows 8, a destra subito dopo l’orologio (come nell’esempio sotto in figura):

Tasto Mostra Desktop su Windows 8

Fra l’altro il pulsante è personalizzabile nell’aspetto e nella funzionalità. Per modificarne le impostazioni, cliccarlo con il tasto destro del mouse e nel menu contestuale fare clic sulla voce Settings; verrà così visualizzata la schermata Show Desktop Settings (sotto in figura):

Show Desktop impostazionidalla quale è ad esempio possibile regolare la larghezza del pulsante (Button Width), l’opacità/trasparenza (Button Opacity), l’azione che deve eseguire una volta cliccato ovvero minimizzare le finestre aperte per visualizzare il Desktop oppure passare subito al Desktop senza minimizzare (Toggle Desktop e Minimize Windows). Consiglio di attivare l’opzione “Run Application on Windows Startup” in maniera tale che Show Desktop venga avviato in automatico con Windows senza doverlo invece fare manualmente ogni volta. Confermare le modifiche apportate cliccando il pulsante Apply Changes e Close per chiudere la finestra dei settaggi. Nel caso in cui si è sbagliato qualche impostazione, in ogni momento si potranno ripristinare quelle predefinite cliccando il pulsante Restore Default Settings e Close.

Compatibile con Windows: XP Vista, 7 e 8 | Dimensione: 226 KB | Download Show Desktop

Autore:: 

 

Add a comment

Mettere il pulsante Start su Windows 8 come quello di Windows 7

Gli utenti che di recente sono passati a Windows 8 avranno avuto modo di notare che nella barra delle applicazioni non c’è il pulsante Start al quale ci si è affidati con tutte le altre precedenti versioni dei sistemi operativi Microsoft per PC.

L’assenza del tasto Start è semplicemente dovuta al fatto che Windows 8 è stato pensato e progettato per essere eseguito anche su computer con schermo touch, ecco spiegato  il perché dei grossi tasti nella schermata Metro iniziale.

D’altro canto però chi non ha un PC con schermo touch può risentire della mancanza del menu Start per trovare ed avviare programmi e file presenti nel sistema. Dato che il problema non è passato inosservato sono state sviluppate diverse soluzioni per rimediare, ovvero dei programmi che consentono di mettere il pulsante Start nella barra delle applicazioni di Windows 8.

Fra le gratuite (qualcuna infatti senza fare nomi,  dopo un primo rilascio freeware notando il successo riscosso ha poi pensato di farsi pagare 5 dollari circa) andiamo a vedere le migliori soluzioni attualmente disponibili che supportano la lingua italiana.

1. Classic Shell | Download

img25

Nel suo genere Classic Shell è forse il miglior pulsante Start per Windows 8 in quanto ricco di opzioni di personalizzazione, supporta ben oltre 30 lingue fra le quali l’italiano come si può vedere sopra in figura, e si rivela ottimo per la gestione dei programmi installati nel computer ma anche per la gestione delle applicazioni presenti nella schermata Start Metro che infatti si possono avviare direttamente dal menu Start con Classic Shell tramite filtro App. Nel menu vengono visualizzati i software usati di recente, quelli aggiunti al menu Start del pulsante, c’è anche il campo di ricerca programmi e le varie scorciatoie alle cartelle principali di Windows.

Per personalizzare l’aspetto del menu del pulsante Start Classic Shell lo si deve cliccare con il tasto destro del mouse e a seguire selezionare la voce Impostazioni per visualizzare la finestra Settings(sotto in figura):

img35

Nella scheda Start Menu Style a disposizione ci sono tre differenti stili per il menu Start di Windows fra i quali scegliere: quello Classico (Windows Classic), quello di XP (Windows XP) oppure quello diVista e 7 (Windows Vista/7). Seguono altre e svariate impostazioni alle quali è possibile mettere mano per personalizzare a dovere e secondo i propri gusti l’aspetto e la funzionalità da dare al menu Start di Windows 8 con Classic Shell.

2. ViStart | Download

img44

ViStart è supportato anche da Windows 8 dunque può essere utilizzato allo stesso modo per portare sul nuovo sistema operativo della Microsoft il pulsante Start con relativo menu in stile Windows 7/Vista. Come si può vedere sopra in figura ViStart è organizzato bene sia a livello grafico che funzionale. C’è l’elenco dei programmi usati più di recente, il campo di ricerca software e le varie scorciatoie per accedere al volo nelle directory principali del sistema.

I pochi difetti che si possono riscontrare in ViStart e che si spera vengano fissati con i futuri aggiornamenti sono principalmente il ritardo nel mostrare il pulsante Start nella barra delle applicazioni di Windows all’avvio del sistema in quanto Windows 8 carica talmente veloce da precedere di diversi secondi ViStart. Inoltre andrebbe anche rivista la grafica del pulsante Start a livello del colore in quanto non si fonde bene con quello della barra degli strumenti. Volendo poi essere più pignoli andrebbe rivisto anche il pulsante Shutdown traducendolo magari in “Arresta il sistema” oppure “Spegni”. Nel complesso ViStart resta comunque una valida e funzionale soluzione per portare il tasto Start su Windows 8.

3. Start Menu X | Download

img55

Start Menu X ha tutto uno stile suo che non ricorda affatto quello di Windows 7, Vista né quello di XP. Esso nel menu mostra i collegamenti per l’accesso rapido alle cartelle più importanti del sistema operativo e dispone anche del campo di ricerca programmi installati. Abbondano anche in questo caso le varie opzioni di personalizzazione grafica disponibili, fra le quali meritano menzione i diversi stili che è possibile dare al pulsante Start, decisamente fatti bene. E’ infatti possibile sostituirlo con i personaggi di Angry Birds, pulsanti Apple, Windows 7 e Windows 8, quest’ultimi di grande effetto.

AUTORE:: 

Add a comment

Come censurare un volto in un video

Roba da professionisti? Non proprio. Con un po’ di ingegno e una bella dose di pazienza, è possibile ottenere dei risultati apprezzabili utilizzando VirtualDub, uno dei programmi gratuiti per il video editing più usati e apprezzati al mondo.

Il primo passo che devi compiere per scoprire come censurare un volto in un video è collegarti al sito Internet di VirtualDub e cliccare sulla voce Download V1.9.11 (x86 / 32-bit) release build (VirtualDub-1.9.11.zip) per scaricare il programma sul tuo PC. A download completato apri, facendo doppio click su di esso, l’archivio appena scaricato (VirtualDub-1.9.11.zip) ed estraine il contenuto in una cartella qualsiasi.

 

500x325xosc1.jpg.pagespeed.ic.9HQxBjXS3J

A questo punto, avvia il programma VirtualDub.exe presente all’interno della cartella di VirtualDub e clicca prima sul pulsante OK e poi su Start VirtualDubper avviare VirtualDub. Apri quindi il video in cui intendi censurare dei volti, utilizzando il menu File > Open video file, ed isola la parte di filmato in cui oscurare il volto di una persona utilizzando la barra di scorrimento collocata in basso e le voci Set selection start e Set selection end del menu Edit per marcare rispettivamente i punti di inizio e fine della scena in cui censurare il volto.

Ora sei pronto ad applicare il filtro. Seleziona quindi la voce Filters dal menuVideo e, nella finestra che si apre, clicca sul pulsante Add e fai doppio click sulla voce logoaway v4.01 per aprire il pannello di controllo del filtro per oscurare i volti. Adesso, clicca sul pulsante Show Preview per visualizzare un’anteprima del filtro in tempo reale e utilizza i valori Logo border size per specificare le dimensioni della censura (effetto sfocato) e i valori Logo border position -X, Yper specificare la posizione della censura.

500x303xosc2.jpg.pagespeed.ic.UKMFBtJid7

Quando sei soddisfatto del risultato ottenuto, clicca sul pulsante OK per due volte consecutive per salvare le impostazioni e salva la tua porzione di video con il volto censurato selezionando la voce Save as AVI dal menu File. Per selezionare il codec con cui comprimere il video prima di salvarlo (es. DivX), recati nel menuVideo > Compression.

Ripeti l’operazione per tutte le scene del video che desideri, ci vuole un po’ di pratica, ma hai finalmente imparato come censurare un volto in un video a costo zero.

Autore:

Salvatore Aranzulla

Divulgatore informatico e firma storica della rubrica tecnologica del portale Virgilio.

 

 

 

Add a comment